Salta al contenuto

Le politiche attive sono interventi di natura pubblica a sostegno delle fasce più deboli del mercato del lavoro. Tali interventi hanno sono finalizzati a facilitare l’inserimento o il reinserimento lavorativo attraverso percorsi di riqualificazione professionale o di incentivi diretti alle aziende per stimolarne l’inserimento in organico.

Per adeguare le caratteristiche professionali dell’offerta di lavoro alla domanda, vengono dunque definiti in appositi bandi, i servizi di orientamento e formazione professionale da erogare tramite operatori accreditati.

Il Decreto Legislativo n. 150/2015 attua un tassello fondamentale nella riforma del mercato del lavoro tracciata dalla Legge 183/2014 come quello del riordino dei servizi per il lavoro e delle politiche attive. I primi chiarimenti operativi li ha forniti la Circolare del 23 dicembre 2015 n. 34.

Le disposizioni normative contenute nel nuovo decreto hanno l’obiettivo di promuovere un effettivo collegamento tra misure di sostegno al reddito per gli inoccupati o disoccupati e quelle volte alla loro collocazione o ricollocazione nel mercato del lavoro. Il principio di condizionalità che lega le politiche passive a quelle attive implica la creazione di un sistema di Servizi per l’Impiego capillare ed efficace, operante su standard nazionali omogenei e sistemi informativi integrati.

Per accedere ai Servizi Online di Garanzia Giovani, clicca qui

Per accedere ai Servizi Online di Cliclavoro, clicca qui

Per registrarti ai Servizi Online del Bando Beni Culturali, clicca qui

Per accedere ai Servizi Online della Misura 2A – Garanzia Giovani – Catalogo Formativo, clicca qui

 

Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
0
Tirocini
0
Assunzioni Super Bonus
0
Assunzioni Bonus